Il colore nella nostra vita!

colori rainbowweb article

13 Ott Il colore nella nostra vita!

“Ogni persona ha un suo proprio colore, una tonalità la cui luce trapela appena appena lungo i contorni del corpo. Una specie di alone. Come nelle figure viste in controluce”. (Haruki Murakami)

Non si può immaginare un mondo senza colori!  Proprio i colori influenzano, molto spesso inconsapevolmente, le nostre azioni, decisioni, il nostro umore, le nostre scelte, con un grosso impatto sull’emotività. Se ne conoscessimo l’importanza e sapessimo come utilizzare il potere dei colori sulla nostra vita e sul nostro benessere, forse vivremmo più sereni e otterremo dei grandi benefici. Per questo esistono studi, e testi da cui si possono trarre interessanti indicazioni, informazioni da applicare nella nostra quotidianità, per rainbow-knot-heart nostra attività,  il nostro luogo di lavoro, in cui passiamo la maggior parte del tempo per esempio, più accogliente e più produttivo, la nostra casa maggiormente rigenerante, il nostro aspetto maggiormente in sintonia con il nostro stato d’animo quando è positivo oppure migliorarlo quando parte invece da un atteggiamento emotivamente negativo.

Fin dall’antichità i colori hanno sempre avuto un ruolo fondamentale nella vita di ogni uomo, basti pensare all’uso dei colori nell’antico Egitto, in Grecia, in India, in Cina, nell’Islam ed in tante altre civiltà e religioni. La storia è sempre stata ricca di colori che, usati sapientemente, ancora oggi riescono a suscitare emozioni e sensazioni uniche ed indescrivibili.

L’occhio umano, tra tutti i colori, riesce a vederne solo sette, i colori dell’arcobaleno:

Rosso – Arancione – Giallo – Verde – Azzurro – Indaco – Violetto

Il rosso, l’arancione ed il giallo sono i colori caldi, mentre il verde, l’azzurro, l’indaco ed il violetto sono i cosiddetti colori freddi. Questa classificazione è indubbiamente legata alla natura, basti pensare per esempio, al sangue rosso, alle fiamme arancioni ed al sole giallo che sono “caldi” oppure alle piante verdi, all’acqua azzurra, alle foglie di indigofera dalle quali si ricava l’indaco ed ai numerosi fiori violetti che sono “freddi”. I colori sono influenzati sia dagli altri colori con cui vengono miscelati, sia dai colori da cui vengono contornati. I colori caldi, hanno effetti eccitanti, aumentano la pressione sanguigna, il battito cardiaco, la frequenza respiratoria e l’attività muscolare.
Al contrario, i colori freddi, hanno effetti calmanti, abbassano la pressione sanguigna, il battito cardiaco, la frequenza respiratoria e l’attività muscolare. Il verde invece, è un colore che può essere definito l’anello di congiunzione tra gli altri due in quanto ha un effetto riequilibrante e di benessere generale.

Ognuno di noi ha uno o più colori preferiti, questi colori indicano il nostro carattere ed il nostro temperamento, ci sanno dire se siamo delle persone molto attive o se preferiamo dei ritmi più calmi, se siamo predisposti ai contatti con gli altri o se preferiamo stare un po’ in disparte. Ma di fronte a radicali cambiamenti nel modo di affrontare la vita o di fronte a momenti particolari, anche i colori preferiti possono cambiare ad evidenziare il nostro stato d’animo in quel momento o, addirittura, quello che vorremmo essere.

Nella comunicazione i colori assumono grande importanza poichè sono in grado di provocare effetti psicologici ed emotivi, quindi, di influenzare le persone. È interessante come un colore sia in grado di catturare la nostra attenzione senza averlo prima osservato, questo perché avviene un’attivazione cerebrale nei confronti del colore preferito del tutto inconscia. In questa prospettiva il design di un sito e il messaggio che si vuole comunicare devono essere due realtà compresenti mirate a ottenere un prodotto vincente che faccia presa sul navigatore.

Per ottenere riconoscibilità e unicità un’azienda deve sicuramente ricorrere ad un colore poco utilizzato. Il rosso viene utilizzato ad esempio da marchi di fama mondiale che nel corso della storia sono diventati unici nel loro settore (per citarne uno Coca cola, brand famoso in tutto il mondo). Al contrario se si tratta di loghi che appartengono allo stesso settore il cui scopo è quello di strappare utenti alla concorrenza è preferibile ricorrere a colori simili, utilizzando sfumature che si avvicinino al brand avversario. L’esempio più eclatante ce lo offrono i social con il pulsante “share” di Facebook e Twitter.

Quando scegliamo uno schema di colori per il nostro sito web, oltre ad utilizzare delle tonalità piacevoli e armoniose, è bene tenere conto dideterminati parametri per proporre un prodotto vincente.

Nei propri progetti online è in genere consigliabile di far uso di colori pieni e toni delicati per gli sfondi. Occorre insomma evitare ad ogni costo di inserire un’immagine come sfondo. Questo perché le immagini colorate hanno zone diversamente colorate e, quindi, ci saranno certamente più parti di esse in cui i colori dell’immagine contrasteranno male con il colore del testo.

Inoltre esiste anche il modello RGB , un sistema di codici di colori internazionale le cui specifiche sono state definite dalla Commission Internationale de l’Eclairage (CIE) nel 1931. RGB è un modello di colori “additivo” e cioè è un sistema che si basa su tre colori fondamentali (che non devono essere confusi con i colori primari) che sono il rosso, il verde ed il blu e da tre colori di tipo sottrattivo, il giallo, il colore magenta ed il cianoRGB è l’acronimo di Red, Green e blue, i nomi dei colori additivi in lingua inglese. Di conseguenza il modello RGB viene utilizzato qualora le immagini non debbano essere stampate (caso in cui vale la sintesi sottrattiva descritta dal modello CMYK ad esempio) ma visualizzate unicamente su un monitor, una TV, uno smartphone o qualsiasi altra sorgente luminosa per la quale valga il modello additivo della luce. Lo standard attuale è a 24-bit (8 per ciascun canale) con una gamma cromatica di oltre 16,7 milioni di colori;
Numericamente i colori sono indicati da triplette di valori decimali (da 0 a 255) oppure in formato esadecimale.

Per fornire alcuni dati concreti i colori più utilizzati nei siti web sono: blu (33%), rosso (29%), grigio o nero (28%), e arancione (13%)

A questo punto non ci resta che imparare a conoscere i colori, ad analizzarli ed a sfruttarli nella vita di tutti i giorni.